“Quali sono i social network più adatti al mio brand?” è una domanda in sé scorretta perché non tiene conto del tragitto che l’utente effettua trasversalmente su diverse piattaforme. In un sistema multicanale, ormai organico, la domanda più corretta potrebbe essere “Quali sono i percorsi sociali più adatti al mio brand?”. La risposta non può prescindere da una profonda comprensione di come si muove il target e di come il target fruisce di un determinato contenuto.

 

thegoodones-multichannel-social-marketing-digital-pr-marco-marozzi

 

Il passaggio da desktop a mobile è probabilmente il più significativo cambiamento che dobbiamo prendere in considerazione nel nostro modo di pensare, progettare e pianificare le campagne di social marketing.

 

Video e social media crescono come un grande clip mondiale e i contenuti visuali diventano tessuto connettivo tra consumatori, prodotti e marche. Stazione di partenza del viaggio del consumatore che dovrebbe terminare con un click negli spazi sociali del brand. Il punto diventa come accorciare il passaggio dall’ispirazione all’acquisto.

 

La fusione tra Facebook e Instagram offre misurazione, targeting e interazioni in un insieme ormai organico sempre più sofisticato. Così Instagram genera interazioni attive verso il target di riferimento. La brand page di Linkedin incrementa la visibilità del brand verso l’esterno più che creare un bacino di follower su cui puntare. Mentre è la pagina di Facebook che offre la base di una potenziale community e la generazione di lead qualificati verso il sito. Il percorso del contenuto si arricchisce di UGC, altra occasione per riconoscere ed entrare in contatto con gli utenti, stabilire relazioni significative e migliorare i tassi di conversione.

 

La “big idea” è un fantasma del passato, è necessario un approccio meno lineare e più sofisticato per aiutare i nostri clienti a navigare in questi spazi. Il marketing tradizionale rimane importante, ma il cambiamento nel modo in cui i consumatori prendono le decisioni significa muoversi in modo più dinamico per influenzare i punti di contatto ed entrare in una connessione significativa.